Portfolio
TELE
back
canvases
acrilico su tela - acrylic on canvas 100x160 cm
acrilico su tela - acrylic on canvas 160x100 cm
LABORATORIO
back
laboratory
GALLERIA
back
gallery
CHI
back
me

GC, 1959

Scenografo di professione.
Vivo fra Milano e Bruxelles.
Lavoro per la televisione, il cinema, la pubblicità, gli eventi per la moda, gli allestimenti fieristici e promozionali.
Dal 2008 ho scelto la pittura come laboratorio per la mia ricerca tecnica ed estetica.

___

Mi sono avvicinato alla pittura perché mi è sembrata un mezzo affine e in continuità con la mia professione di scenografo e grafico.

Il bisogno di un ritorno alla manualità è stato lo stimolo di partenza di questa mia ricerca.  La materia, il toccare. Far ritornare le mani protagoniste del mio lavoro e insieme la necessità di riflettere su ogni mia azione, sull’irreversibilità che un semplice gesto spesso porta in sé. Da qui, il desiderio e la curiosità di sperimentare un linguaggio che sapesse sviluppare la creatività dell'immagine, sfruttasse le potenzialità dell’elaborazione digitale, ma si traducesse, infine, in soggetto puramente pittorico e finemente materico.

La pittura a tinta rigorosamente piatta è, in effetti, parte costitutiva del mio linguaggio: una pittura poco interessata alla prospettiva, alla profondità, alle ombre. L’insieme compositivo sembra richiamare la serigrafia nelle sue qualità decorative basate sul segno applicato direttamente sulla matrice. Di fatto, il mio procedimento è diverso: parto dalla matrice (le campiture), ne elaboro le qualità grafiche attraverso il segno, conservo le tracce della lavorazione sul supporto.

I treni e i tram che rappresento sono come frammenti di uno storyboard incompiuto, narrazioni di cui si è perso l’incipit e l’epilogo, singoli fotogrammi di una pellicola. Sono racconti che si fermano in una sospensione temporale che è insieme riflessione e nostalgia. Ne nasce un mondo silenzioso, capace di parlare senza alzare la voce.


CG, 1959

I am a set designer.
I live between Milan and Brussels.
I design sets for television shows, films, advertising spots, fashion events, trade fairs and promotional installations.
Since 2008 painting is the primary lab of my technical and aesthetic research.

___

I approached painting late, as an analogous but complementary tool to my work as set designer and graphic designer.

My canvases are the outcome of my professional experience, my knowledge, my aesthetic narrative and of my working by hand. There is something ingenious, constructive and evocative in working by hand, in merging the “manual” with the “creative”.
I am interested in developing an artistic and creative project combining graphic manipulations on the computer and composing an image which exploits the potentiality of painting and of its matter.

My works are mere flat paintings not really interested in perspective, in the depth of field, in shadows and shades. My canvases recall serigraph images - a technique that suits my aesthetic parameters.

I primarily represent trains and trams: fragments of an unfinished storyboard, where both incipit and epilogue are lost; still frames of a movie; stories in a suspended time which is also a time for reflection, dreaming and nostalgia. The result is a silent world, capable of speaking quietly.


IN EVIDENZA
back
highlights
Solo Exhibition 2017 - ongoing
Galerie Tijdok 28
Tijdokstraat 28 - 8380 Zeebrugge - BE
harry.cantaert@gmail.com
28-30 April 2017
KÖLNER LISTE Contemporary Fine Art 2017
XPOST Köln - Gladbacher Wall 5, 50670 - Cologne DE
22-25 September 2016
ACCESSIBLE ART FAIR 2016
MJB – Rue des Minimes 21, 1000 - Bruxelles BE
9-10 September 2016
ROTTERDAM INTERNATIONAL ART FAIR 2016
De Laurenskerk Grotekerkplein 273011 GC - Rotterdam Netherlands
15-18 October 2015
ACCESSIBLE ART FAIR 2015
The Cercle De Lorraine - Bruxelles BE
1 September 2015
"OPEN" ART EXHIBITION
23 June 2015
DONKEYARTPRIZE
CONTATTI
back
contacts
Gianni Chiacchio
rue de la Sablonnière 29
Bruxelles 1000 - Belgium
posta@giannichiacchio.eu